TORO: MESSI A SEGNO 3 COLPI DI MERCATO

TORO: MESSI A SEGNO 3 COLPI DI MERCATO

5 Febbraio 2022
Il primo colpo di mercato è quello di Pietro Pellegri. Classe 2001, arriva in prestito dal Monaco. Ha detenuto, con Amedeo Amadei, il record di giocatore più giovane ad aver mai esordito in Serie A con il Genoa, proprio contro il Torino. Nella conferenza stampa di presentazione, le prime parole del calciatore in maglia granata: “Sto meglio e mi sto allenando bene, so che i metodi di Juric mi possono aiutare. Abbiamo un bel rapporto, lui fu il primo a darmi fiducia. In una squadra con tanti giovani è più facile integrarsi, il progetto è valido e c’è tanta gente di prospettiva e sono convinto che sia stata la scelta giusta. Ho realizzato il sogno di giocare in Serie A, ora voglio affermarmi, conquistare la Nazionale e raggiungere gli obiettivi con il Toro” .

Demba Seck è il secondo colpo granata. Nato in Senegal, Seck va a rinforzare il reparto offensivo che aspetta il pieno recupero dall’infortunio di Belotti; una volta che anche il Gallo sarà tornato a disposizione, saranno davvero tante le frecce all’arco di Ivan Juric. Classe 2001, come Pellegri e Ricci, Seck arriva a Torino a titolo definitivo per una cifra pari a quattro milioni. “Sono partito dalla Serie D e sono in Serie A, è un sogno: ho accettato la chiamata del Toro in meno di un secondo. Sono bravo nell’uno contro uno e mi piace giocare sulla trequarti, ma davanti al portiere sbaglio ancora troppo: devo migliorare molto, con il lavoro ce la farò”.

Il terzo rinforzo è quello di Samuele Ricci. Il centrocampista arriva in prestito dall’Empoli. Dotato di eccellente tecnica individuale e spiccato senso della posizione, è considerato come uno dei più importanti prospetti del calcio italiano. E’ lecito attendersi che Ricci, almeno inizialmente, perda nel Torino la centralità che aveva a Empoli, dove – nella prima parte di stagione – è stato titolare in 17 partite su 21 giocate in Serie A (tra l’altro, niente male, considerando che era all’esordio nella massima serie). Il centrocampista, da poco tornato dallo stage con la Nazionale di Mancini, ha espresso le prime parole.