LALTRO VOLTO DELLA JUVE CON LANDUCCI IN PANCHINA

L’ALTRO VOLTO DELLA JUVE CON LANDUCCI IN PANCHINA

19 Gennaio 2022
Una Juventus che sembra aver ritrovato l’abitudine a far goal con Landucci a fare le veci dello squalificato Allegri. 
Senza Allegri in panchina, squadra molto più fluida, più rapida, ma soprattutto molto più concreta nella metà campo avversaria. Il poker alla Samp ne è la dimostrazione.
Alla vigilia di Juventus Sampdoria, il tecnico affianca Danilo a Rugani per sopperire al turno di stop di De Ligt. In mezzo c’è Arthur ad affiancare Locatelli, con Cuadrado riportato sulla linea di centrocampo. Squalificato anche Kean, è Kulusevski ad affiancare Morata davanti. 
La Samp,in attesa di Giampaolo, concede il timone a Felice Tufano che schiera un centrocampo a cinque e la coppia Torregrossa-Caputo in attacco. 
Al 25’ la Juve sblocca con Cuadrado: punizione dal limite per un fallo su Morata, al tiro Cuadrado con un rasoterra apparentemente non così pericoloso, che però supera la barriera e sorprende un esitante Falcone. Allo Stadium,  1-0.
Al 52’ raddoppio bianconero con Rugani: cross dalla trequarti di Arthur sulla destra, svetta di testa a centro area Rugani in anticipo su Magnani ed è 2-0.Al 62’ la Samp accorcia le distanze: al primo tiro in porta i blu cerchiati riaprono il match con il diagonale in area di Conti, arrivato di recente dal Milan: Juventus-Sampdoria 2-1. Al 67’ arriva subito la reazione della Juve al gol della Samp con Paulo Dybala, entrato in campo da cinque minuti. Recupero sulla trequarti avversaria di Locatelli che indirizza subito in area per l’Argentino che di rapina si infila tra le linee blucerchiate e insacca alle spalle di Falcone. Stavolta esulta, a differenza della partita con l’Udinese.
 Al 77’ Morata segna il 4-1 su rigore:  Paulo Dybala lascia il tiro dal dischetto ad Alvaro Morata che realizza puntando l’angolino sinistro, tiro imparabile per Falcone che aveva intuito la traiettoria. Juventus-Sampdoria 4-1. La Juve passa il turno battendo 4-1 la Samp e accede ai quarti di finale, dove incontrerà la vincente di Sassuolo-Cagliari.
Significativo l’impatto di Landucci sui bianconeri che, con lui in panchina, giocano un calcio molto brillante e sembrano non accusare il deficit di gol che solitamente li affligge.