LA LAZIO TRAVOLGE LA SAMP. FINISCE 5-1.

LA LAZIO TRAVOLGE LA SAMP. FINISCE 5-1.

18 Gennaio 2020

Il film della partita

Prosegue il momento positivo della Lazio che trova ancora
una volta 3 punti contro la Sampdoria di Ranieri. Simone Inzaghi schiera in
attacco Immobile con Caicedo e la scelta si rivela subito vincente. A 6 minuti
dall’inizio è proprio quest’ultimo a sbloccare il risultato ribattendo in rete
il pallone parato da Audero sul destro di Immobile. Dopo appena 10 minuti e la
Lazio raddoppia su calcio di rigore. Il penalty, causato dal braccio largo di
Murru, viene realizzato da Ciro Immobile. La Lazio non si ferma e passano soltanto
3 minuti prima che il bomber della Lazio vada ancora una volta a segno: l’attaccante,
imbeccato dal traversone di Acerbi, dribbla Audero e mette a segno il suo 22°
centro stagionale. 

La Lazio gioca una partita da extraterrestri e continua schiacciare
la difesa blu-cerchata che sembra intimorita e in confusione. Al 26’ Caicedo ancora
una volta vicino al goal. La Samp prova a reagire con Caprari al 36’ ma Strakosha
chiude lo specchio.

Nella ripresa Ranieri manda in campo Ekdal al posto di
Jankto. Anche Simoni Inzaghi fa rifiatare Radu, sostituito da Bastos che va subito in gol siglando il 4 a 0. La Lazio a questo punto prova a sperimentare nuovi
interpreti e toglie Caicedo, dentro Adekanye. Al 65’ arriva l’episodio che porta
alla quinta marcatura. Colley prende la palla di mano, Var e rigore per la
Lazio. Ciro Immobile segna ancora e si porta a quota 23 goal. Al 65’ arriva il
gol della bandiera di Linetty che la butta dentro dopo la parata di Strakosha
sul tiro di Gabbiadini.  Al 74’ Jeffrey Chabot atterra da ultimo uomo Adekanye
lanciato a rete. L’arbitro assegna fallo e cartellino rosso per il calciatore
blu-cerchiato. Nel finale Immobile va ancora una volta vicino al goal.

Lazio da record

La Lazio conquista meritatamente 3 punti. Una prova di forza
che ha evidenziato, da un lato, lo strapotere atletico e mentale della Lazio,
dall’altro, la prova negativa della Sampdoria che, dopo il 2-0, è letteralmente
uscita dal campo. Ranieri avrà da lavorare sui perché di un calo così clamoroso,
nella conferenza pre-gara proprio Ranieri aveva richiamato la squadra alla massima
concentrazione (“se ci rilassiamo con la Lazio me li mangio vivi”). Un
plauso invece alla squadra di Inzaghi che si conferma protagonista del campionato,
battendo record su record: undicesima vittoria consecutiva.