IL RICORDO DI CALISTO E DEL PARMA DEI SOGNI

IL RICORDO DI CALISTO E DEL PARMA DEI SOGNI

1 Gennaio 2022
All’età di 83 anni, è morto l’imprenditore Calisto Tanzi. Divenuto noto tra gli anni Settanta e Ottanta con la fondazione e l’estensione della Parmalat, divenne successivamente il patron del Parma calcio. Con lui il club gialloblu passò dall’essere una realtà di provincia ad una delle “sette sorelle del calcio italiano”. 
Durante la gestione Tanzi, iniziata nel 1990 e conclusasi nel 2003 dopo il famigerato crac della Parmalat, il club conquistó 3 Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, una Coppa delle Coppe, due Coppe Uefa e una Supercoppa europea. Da Gianluigi Buffon a Fabio Cannavaro, passando per Lilian Thuram, Hernan Crespo e Juan Sebastian Veron, sono tanti i campioni ingaggiati dal Parma in quel periodo. Il suo percorso nel calcio italiano si è concluso in concomitanza con la bancarotta della Parmalat nel 2003, per il quale Tanzi è stato poi processato e condannato. Il crac da 14,5 miliardi di euro della Parmalat  è stato uno dei più gravi dissesti finanziari nella storia delle società occidentali. L’ammanco lasciato dalla società, si aggirava sui quattordici miliardi di euro. Con l’accusa di bancarotta fraudolenta, Tanzi fu rinviato a giudizio e in seguito condannato a diciotto anni di reclusione.
Condanne che hanno colpito anche  numerosi dei suoi collaboratori tra dirigenti, revisori contabili e sindaci.