MILAN SPEZIA, 2-1: I ROSSONERI NON MOLLANO IL NAPOLI

6 Novembre 2022

La sfida della tredicesima giornata di Serie A tra Milan e Spezia termina sul 2-1 per i rossoneri. Partita emozionante a San Siro e risolta all’89° da un’acrobazia di Giroud.

I tre punti infatti rilanciano il Milan al secondo posto a sei punti di distanza dal Napoli capolista, ma sono arrivati al termine di una partita più nervosa e confusa che ben giocata dai ragazzi di Pioli: a pesare sul rendimento è stata sicuramente la stanchezza accumulata nel turno di Champions League.

Formazioni

Spezia(3-5-2): Dragowski; Ampadu, Kiwior, Caldara; Holm, Bourabia, Ekdal, Agudelo, Amian; Maldini, Nzola. All. Gotti

Milan(4-2-3-1): Tatarusanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Hernandez; Bennacer, Krunic; Messias, Diaz, Leao; Origi. All. Pioli.

Cronaca della partita

 

Il Milan sblocca la partita al 21′ del primo tempo. Il match però prende una piega pericolosa in quanto i rossoneri non riescono a chiudere il match, sprecando diverse occasioni per imprecisione e scontrandosi sulla traversa al 48′ con Leao, con tanto di respinta sulla linea di Ampadu sul tiro di Krunic a botta sicura.

Un segnale che il match non era ancora finito lo Spezia lo ha dato prima con Caldara nei vari calci piazzati, ma soprattutto con Nzola al 50′ del primo tempo che ha mancato l’appuntamento col gol a porta vuota di pochi centimetri. Campanello d’allarme che è diventato sirena dopo gli errori di Messias e Origi a inizio ripresa e il colpo di testa alto da pochi passi di Ekdal. Nel primo quarto d’ora del secondo tempo lo Spezia ha avuto il coraggio di alzare pressione e baricentro, capitalizzando il momento positivo con il destro a giro di Maldini che ha battuto Tatarusanu sotto gli occhi di papà Paolo in tribuna.

L’ultima mezz’ora del match è stata poi un far west in campo. Una pioggia di cartellini e un gol fantastico annullato a Tonali per un fallo a centrocampo di Tomori al 65′. Poi tanto caos, palloni mandati in area alla rinfusa e contropiedi dello Spezia fino all’89°, quando Giroud, pescato in area sul secondo palo da Tonali, in acrobazia regala i tre punti il Milan. Il francese si fai poi espellere per l’esultanza illecita.

Il Milan ha vinto una partita dai mille volti e dalle molteplici storie contro lo Spezia di Gotti che, trascinato dal più classico dei gol dell’ex – storico in questo caso come quello di Daniel Maldini – ha giocato una partita gagliarda, resistendo con un po’ di fortuna nel primo tempo salvato dalle traverse salvo poi costruirsi con merito l’opportunità di uscire con punti da San Siro. Il fattore Giroud ha fatto la differenza. Un gol importante arrivato quasi al 90′ minuto che regala una vittoria tanto fondamentale da far passare in secondo piano l’ingenua espulsione rimediata per essersi tolto la maglia nell’esultanza.

Queste le dichiarazioni di Pioli a Sky Sport: “Non siamo folli, ma è il giusto premio per come giochiamo, per come non molliamo mai fino alla fine“. Infine, il tecnico non risparmia rimproveri ad Olivier Giroud per il cartellino: “Con lui le sensazioni sono state buone dalla prima telefonata, ma stasera ha fatto un’ingenuità per l’età che ha”.

Milan Serie A

Contenuti simili