LECCE -  INTER: PUNTEGGIO PIENO PER I NERAZZURRI

LECCE – INTER: PUNTEGGIO PIENO PER I NERAZZURRI

14 Agosto 2022
Riparte il campionato e l’Inter fa punteggio pieno a Lecce. 
Inzaghi rimane fedele alle proprie abitudini e schiera in campo il modulo collaudato, con Handanovic tra i pali, Skriniar, De Vrij e Darmian in difesa. A centrocampo fiducia a Di Marco, Brozovic, Barella Calhanoglu e Gosens, alle spalle di Lautaro Martinez e il rientrante Lukaku.
Baroni schiera il Lecce con il 4-3-3. Spazio a Falcone; Gendrey, Baschirotto, CetinGallo, Bistrovic, Hjulmand, Gonzalez, Strefezza, Ceesay e Di Francesco.

I nerazzurri partono subito bene e dopo pochi minuti vanno in vantaggio. Ad insaccare il primo gol ufficiale della stagione interista è l’uomo più atteso, Romelu Lukaku. Il belga impiega meno di 2’ per spingere in rete la sponda aerea di Darmian. Al 39’ gli uomini di Baroni sfiorano l’1-1 con lo slalom intraprendente di Strefezza in area nerazzurra, troncato dalla presa sicura di Handanovic.
 

Appuntamento col gol solamente rimandato al secondo tempo: Ceesay – servito da Di Francesco – si invola in area nerazzurra dopo appena 3’ dal rientro dagli spogliatoi, infilando Handanovic sul secondo palo con un diagonale imparabile. I salentini fiutano la clamorosa impresa con una punizione ravvicinata di Bistrovic che sbatte sui denti di Handanovic, ma poi si arroccano nella propria metà campo a difesa dell’1-1. L’Inter cerca in tutti i modi di bucare la difesa giallorossa ma Wladimiro Falcone si rende protagonista di una manciata di prodezze a tu per tu con Lukaku e compagni.

Il gol arriva soltanto al 95’,  con Dumfries che anticipa nuovamente i difensori giallorossi in area di rigore insaccando su assist di Lautaro al 95’. Tifoseria del Lecce traumatizzata e Inter che si lascia andare a un’esultanza smodata al culmine di una partita schizofrenica.

L’Inter scricchiola ancora e non sotterra i fantasmi di un precampionato a dir poco travagliato, che aveva visto gli uomini di Inzaghi vincere solamente col Lugano concedendo gol in tutti e 5 i test amichevoli. Nella trasferta pugliese la Beneamata si esalta troppo presto fino a perdere quasi irrimediabilmente il timone. Alla fine i tre punti arrivano, vincendo ma non convincendo. Il Lecce si arrende ad una squadra che obiettivamente non è alla sua portata: saranno altre le sfide da vincere per centrare la promozione.