JUVENTUS ANCORA IN “MINI-RITIRO”

20 Ottobre 2022

Aveva già fatto discutere il ritiro annunciato dopo la sconfitta contro il Maccabi in Champions, cominciato con un giorno di ritardo e finito prima del previsto.

Agnelli, nel post gara di Maccabi Haifa – Juventus, aveva definito “vergognoso” l’andamento stagionale della squadra bianconera. Da quì la decisione di portare tutta la rosa in ritiro prima della gara contro il Toro.

Anche questa settimana, la Juventus torna in mini – ritiro ma questa volta la “vergogna” non c’entra più. Quali sono, dunque, le motivazioni di una tale sorprendente scelta?

Per prima cosa, si tratta di una “scelta tecnica”. Da un lato difatti Allegri sembra aver capito che, non potendo lavorare più di tanto sulla Dall’altro, l’aspetto “scaramantico”: infatti, ripetere la routine pre-derby per riprodurre quelle stesse sensazioni nella squadra che hanno portato poi alla vittoria contro il Torino, potrebbe risultare proficuo.  Allegri ha radunato nuovamente giocatori e staff alla Continassa, dove resteranno fino al match di campionato in programma venerdì alle 20.45 allo Stadium. Dunque, anche questo un ritiro non ferreo, che durerà di fatto meno di 48 ore.

Si potrebbe però dare un’altra lettura alla vicenda.  L’altra interpretazione prevalente è infatti che, in realtà, il ritiro potrebbe essere la continuazione del precedente, non digerito da tutti i calciatori. Tuttavia Allegri, in conferenza stampa, alla vigilia di Torino – Juventus, aveva smentito questa ipotesi. Una cosa è certa, solitamente un club va in ritiro, e il ritiro finisce quando la squadra risolve i problemi. C’è qualcosa di strano sotto questa decisione? Forse ad Allegri non è piaciuta la partita contro il Torino, in cui i tre punti sono arrivati, ma la squadra non ha giocato un granchè bene. Evidentemente la Juventus ha qualche problema ancora sotto l’aspetto mentale e sotto l’aspetto del gioco, che Allegri vuol risolvere in tutti i modi.

Allegri Juventus

Contenuti simili