INTER SCHIANTA LA SAMP E CONFERMA IL SUO STATO DI FORMA

30 Ottobre 2022

L’Inter ha battuto 3-0 la Sampdoria nella 12a giornata di Serie A. Al Meazza, i nerazzurri hanno “guastato” il ritorno di Dejan Stankovic – ora allenatore dei blucerchiati – conquistando la quarta vittoria consecutiva in campionato. I nerazzurri si trovano momentaneamente al terzo posto in classifica a quota 24 punti.

Formazioni

INTER (3-5-2) – Onana; Skriniar, De Vrij, Bastoni (68′ Acerbi); Dumfries (79′ Bellanova), Barella, Calhanoglu (83′ Asllani), Mkhitaryan, Dimarco; Lautaro Martinez (68′ Lukaku), Dzeko (68′ Correa). All.: Inzaghi.

SAMPDORIA (3-5-2) – Audero; Ferrari, Colley, Amione; Bereszynski, Yepes (46′ Vieira), Villar (52′ Verre), Djuricic (77′ Rincon), Leris; Caputo (66′ Pussetto), Gabbiadini (77′ Montevago); All.: Stankovic.

Cronaca della partita

Stankovic con coraggio schiera in campo un 3-5-2 alto e aggressivo,  una formazione più tecnica che fisica dal 1’, con Villar e Yepes a centrocampo e tre giocatori offensivi dietro a Caputo. Colley e Ferrari per cercare di contrastare le punte nerazzurre Dzeko e Lautaro, ma l’Inter è brava ad approfittare degli spazi lasciati dalla difesa blucerchiata per portare pericoli ad Audero. Il match si sblocca al 21’: calcio d’angolo dalla destra di Calhanoglu, stacco di De Vrji sul quale Audero non può nulla.  Al 31’ altra occasione da gol per i nerazzurri: lancio per Dzeko, appoggio per Mkhitaryan e pallone per Di Marco che da posizione defilata calcia sull’esterno della rete.

Al 44’ l’Inter realizza la rete del 2-0 con Barella: punizione di Bastoni per la partenza del centrocampista, che controlla e scaraventa un grande destro sotto la traversa. Terzo centro consecutivo in campionato per l’interista.

Nella ripresa non c’è partita. L’Inter domina in lungo e in largo. Al 50’ occasione per Dzeko: Mkhitaryan pesca il taglio del bosniaco, che incrocia con il sinistro ma Audero gli nega la gioia del gol.  Al 60’ l’occasione è per Skriniar: punizione di Di Marco dalla trequarti, lo slovacco colpisce tutto solo ma non trova la porta. Fortuna diversa, invece, per Correa che al 73′ ha messo alle spalle un periodo difficile andando ad inventarsi il gol del definitivo 3-0 partendo dalla propria metà campo e battendo Audero sul primo palo con un destro potente. Termina qui la gara.

L’Inter ritrova l’amico – nemico Dejan Stankovic, ma al Meazza non c’è spazio per emozioni e ricordi. I nerazzurri cinici e spietati rifilano un 3-0 secco alla Samp, in un partita che controllano dall’inizio alla fine. Quarta vittoria consecutiva in campionato per i nerazzurri.

Piove sul bagnato invece per l’acclamatissimo Stankovic: la Samp resta in fondo alla classifica in zona retrocessione.

Queste le dichiarazioni di Inzaghi a Sky Sport nel post gara:“Stiamo bene, la squadra è in fiducia e stiamo ottenendo vittorie convincenti ma dobbiamo continuare. In campionato nessuno rallenta ma abbiamo fatto un ottobre quasi perfetto.” Sul rendimento di Calhanoglu, utilizzato nel ruolo di Brozovic: “Lui sta facendo bene ma anche Mkhitaryan e Barella lo stesso, eravamo in emergenza anche se Asllani sta crescendo ma in quel momento ho pensato di mettere Calha perché aveva le caratteristiche giuste. Quando rientra Brozo? Sarà un imbarazzo che mi farà felice, dovrò fare delle scelte e di volta in volta sceglierò chi mi dà più garanzie”. Menzione per Correa autore di un gran gol: “Sa che ho tantissima fiducia in lui, è un valore aggiunto per l’Inter.”

Inter Serie A

Contenuti simili