IL MILAN STENDE LA SAMP. GIAMPAOLO SI SCAGLIA CONTRO L'ARBITRO

IL MILAN STENDE LA SAMP. GIAMPAOLO SI SCAGLIA CONTRO L’ARBITRO

11 Settembre 2022

Il Milan non delude contro la Sampdoria. I rossoneri passano a Genova giocando tutto il secondo tempo in 10 (espulsione di Leao) grazie ad un calcio equilibrato ed essenziale. Gli 11 di Pioli balzano al comando della classifica raggiungendo Napoli e Atalanta a quota 14 punti. . 

Queste le formazioni delle due squadre:

SAMPDORIA (4-1-4-1): Audero; Bereszynski (59′ Gabbiadini), Ferrari, Murillo, Augello; Villar (86′ Vieira); Rincon, Leris; Sabiri, Djuricic (79′ Verre); Caputo (79′ Quagliarella).
MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Kjaer, Theo Hernandez; Tonali, Pobega (79′ Vranckx); Messias (59′ Tomori), De Ketelaere (71′ Bennacer), Leao; Giroud. 

Sintesi della partita

Il Milan passa subito in vantaggio al sestominuto del primo tempo. Giroud mette un cross rasoterra, De Ketelaere tocca appena, Leao controlla male e poi Messias batte Audero con il piattone interno sul primo palo. Vantaggio rossonero.

All’11’ minuto la Samp reagisce con una traversa colpita da Diuricic che non brilla in fortuna.

Al 25′ annullato un gol del Milan: fuorigioco attivo di Giroud sul cross di Tonali che ha fatto partire l’azione.  Al 42′ è ancora il Milan a rendersi pericoloso con Theo Hernandez che serve Giroud il quale la gira con il mancino, Audero chiude lo specchio e nega il secondo gol ai rossoneri. 
Al 47′ episodio chiave del match, l’espulsione di Leao. L’arbitro Fabbri estrae il secondo giallo al portoghese che tenta la rovesciata ma colpisce in faccia Ferrari. Al 57′ arriva il pari della Samp: Azione avvolgente dei blucerchiati, Augello fa partire un cross morbidissimo, Djuricic anticipa tutti sul primo palo e di testa batte Maignan.

Al 67′ il Milan passa di nuovo in vantaggio con un penalty realizzato da Giroud: rigore perfetto del francese, che aspetta il movimento di Audero e poi l’appoggia centrale. Terzo gol in campionato per il francese.All’ 87′ ultima occasione per i blucerchiati, ma il Milan si salva. Gabbiadini calcia con il destro, Maignan allunga sulla destra, arriva Verre di slancio e colpisce il palo. Poi, sul rimbalzo, ancora Gabbiadini con il sinistro e ancora Maignan a respingere. 

Il Milan ancora una volta vittorioso, senza necessariamente brillare col coltello tra i denti e chiudendosi “in the box” quando occorre. In Champions ha recuperato il risultato soffrendo e con la Samp ha vinto in dieci segnando il 2-1 nel momento in cui rischiava invece di cadere data l’inferiorità numerica.

Tre punti importantissimi per Pioli che tra sette giorni affronterà il Napoli, purtroppo dovendo fare a meno di Leao. I
blucerchiati hanno racimolato solo 2 punti in 6 partite, e l’espulsione
di Giampaolo nel finale fa capire il clima che si respira in Liguria.
Alla Samp serve subito una scossa per non scivolare nel baratro

Queste le dichiarazioni di Pioli a Sky Sport nel post partita: 
Vittorie così sono sofferte, volute, combattute, abbiamo stretto i denti. Avevamo due obiettivi: sbagliare meno tecnicamente e approcciare meglio alla gara, ci siamo riusciti e ci porteremo avanti questi miglioramenti”. Sul doppio giallo a Leao: “Tutte le volte che un attaccante difende la palla, se un difensore si butta, l’attaccante viene ammonito. Dispiace, gli avevo chiesto nel secondo tempo di stare attento e di non commettere falli”. Su Charles De Ketelaere: “E’ un giocatore importante, ha fatto bene, è stato pericoloso, tutto quello che gli stiamo chiedendo lo sta facendo con disponibilità e talento”.

Giampaolo, ai microfoni di Dazn, poco soddisfatto dell’arbitraggio: “Non mi è piaciuta la gestione arbitrale dopo l’espulsione di Leao. Da lì l’arbitro ha fischiato a senso unico”. 

ll tecnico della Sampdoria ha poi rincarato la dose. “La mia espulsione è stata giusta perché gli ho dato del cogl… – ha aggiunto – ma non si possono gestire cartellini gialli e rossi in quel modo. Ho un grandissimo rispetto per gli arbitri ma la gestione è stata sbagliata”.

Milan

Contenuti simili