EMPOLI ROMA 1-2: UNO STREPITOSO DYBALA RILANCIA LA ROMA

EMPOLI ROMA 1-2: UNO STREPITOSO DYBALA RILANCIA LA ROMA

13 Settembre 2022
La Roma torna al successo, nel segno di Paulo Dybala: la Joya trova la rete del vantaggio e poi serve l’assist del definitivo 2-1 a Tammy Abraham, opaco sino al gol. Mourinho sorride, dopo due ko consecutivi, e aggancia l’Udinese a 13 punti: -1 dal terzetto di testa composto da Milan, Napoli e Atalanta. Ferma a 4 punti la formazione toscana.

Formazioni

EMPOLI (4-3-1-2):
Vicario; Stojanovic, Ismajli, Luperto, Parisi (53′ Cacace); Haas (63′ Akpa Akpro), Marin (82′ Grassi), Bandinelli; Pjaca (63′ Bajrami), Satriano, Lammers (82′ Cambiaghi). All. Zanetti.

ROMA (3-4-2-1):
Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Celik, Cristante, Matic, Spinazzola (90’+7 Vina); Dybala (81′ Bove), Pellegrini (90’+6 Camara), Abraham (81′ Belotti). All. Mourinho

Cronaca della partita

Gioca con personalità l’Empoli, rispondono in ripartenza i giallorossi: Lammers ha una chance dopo pochi istanti, mentre Dybala centra il palo al 7′. La Joya ha il piede caldo e lo dimostra al 17′, siglando il gol dell’1-0: sul rinvio impreciso di Luperto arriva lo stop e tiro dell’argentino, che supera Vicario con una conclusione deliziosa di sinistro. I toscani non mollano e reagiscono: Satriano ha una prima chance, poi centra il palo al 22′.  Pareggiano i padroni di casa, che segnano al 43′: la difesa giallorossa si distrae sul cross di Stojanovic e Bandinelli trova la traiettoria giusta per il gol. Si va dunque al riposo sull’1-1, un risultato giusto. Nella ripresa, la Roma va subito vicina al gol: Ibanez colpisce a botta sicura sull’assist di Pellegrini, Parisi salva sulla linea. Si tratta dell’ultima giocata del terzino, che viene sostituito perchè ammonito, ma l’Empoli non molla e si rende pericoloso con Satriano: l’uruguagio, di proprietà dell’Inter, sfiora la rete dopo un grande movimento in profondità. Gol sbagliato e gol subito, perchè al 71′ arriva il vantaggio giallorosso: Dybala serve Abraham, che si fa trovare pronto per il 2-1 in tap-in. I giallorossi hanno la chance per chiuderla dal dischetto, ma Pellegrini calcia sulla traversa il rigore del tris, assegnato per un fallo di Cacace su Ibanez. Un errore pesante che regala nuova linfa all’Empoli, ad un passo dal pari con il palo di Akpa Akpro colpito nel finale; l’ex Lazio, poco più tardi, viene espulso per un brutto fallo su Smalling. La Roma trionfa e sale al secondo posto a -1 dal terzetto Napoli-Milan-Atalanta.. A mettere il marchio sulla vittoria giallorossa è uno strepitoso Dybala, sempre più il gioiello di casa. La Juve ci ha rinunciato, l’ Inter non ha avuto il coraggio di investire su di lui, la Roma se lo gode. A Empoli, tanto per gradire: palo, gol dell’1-0 con un bellissimo sinistro dal limite dell’area e assist per il 2-1 di Abraham. Giocate decisive sparse a piene mani, con la capacità di sfornare gol e assist con la stessa naturalezza che era propria di Francesco Totti. L’Empoli, dal canto suo, ci ha provato ed ha tutto sommato giocato una buona partita, intensa e vivace. Ma la maggior qualità romanista alla lunga ha fatto la differenza.
 

Queste le dichiarazioni di Josè Mourinho a Sky Sport nel post gara: ” Volevamo vincere e ci siamo riusciti dopo due sconfitte. Potevamo farlo con più tranquillità. Dybala è incredibile, Abraham si da sempre da fare e fare gol a Vicario era difficile. Con le assenze andiamo in difficoltà. Di Zaniolo ce n’è uno solo“. La Roma sembra denotare qualche difficoltà con le cosiddette piccole: “Le squadre piccole ormai lavorano come le grandi, sono cresciute molto, ma questo succede anche in Europa, è facile allenare come tutti, tutti sanno quello che fanno i migliori ed è facile informarsi – dice ancora – le piccole sono cresciute dunque è più difficile affrontarle“.

Dybala Roma

Contenuti simili