DELUSIONE BRASILE. LA CROAZIA VOLA IN SEMIFINALE

9 Dicembre 2022

La Croazia, contro ogni pronostico, si qualifica alle semifinali del mondiale del Qatar, battendo ai rigori il Brasile in un match che, fino alla fine dei tempi regolamentari, non aveva regalato alcun gol, terminando sullo 0-0.

All’Education City Stadium, la Croazia scende in campo con il 4-3-3 e si affida ai colpi di Perisic e Brozovic che a tratti illuminano il gioco. Tite, invece, schiera i migliori calciatori offensivi a disposizione: Neymar JR, Paquetà, Raphinha, Richarlison e Vini JR.

Il primo tempo svela trame di gioco prevedibili: il Brasile tenta di controllare il gioco e di valorizzare i guizzi delle stelle brasiliane. La Croazia, invece, valorizza il collettivo e si difende molto bene lasciando pochi spazi ai verdeoro. Da rimarcare l’occasione al 20’ di Vinicius.  Il gioiello del Real si fa tutta la fascia sinistra da solo, uno-due con Richarlison che proietta il numero 20 davanti a Livakovic, ma il suo destro è bloccato dalla retroguardia avversaria. Poi Neymar prova la conclusione a giro, troppo debole

Nel secondo tempo il match si sblocca e la prima occasione è per il Brasile. Al 47’, Neymar chiede il calcio di rigore per un presunto fallo di mano in area di rigore commesso da Gvardiol, ma il var check non decreta il penalty.  Al 55’ Neymar si fa parare un pallone basso da Livakovic, che respinge con i piedi sul fantasista del PSG, servito in verticale da Richarlison. Al 66’ Paqueta va vicino al gol. Pallone che diventa buono per l’ex Milan dopo un rimpallo. Il centrocampista del West Ham tenta di scavalcare il portiere avversario, che ancora una volta è attentissimo a sventare la minaccia.

Al 76’ ci riprova Neymar, che ancora una volta viene murato da Livakovic. Al 80’ ancora una volta il Brasile con Paquetà: Rodrygo vede l’inserimento dell’ex Milan, che poi calcia un potente sinistro dai venti metri, Livakovic blocca in due tempi.

Squadre ai supplementari. Il primo tempo dell’extra time premia il Brasile che con una giocata bellissima di Neymar passa in vantaggio: azione personale di “O’Ney” che supera le maglie difensive avversarie, poi con un triangolo con Paquetà, salta il portiere e infila Livakovic.

La festa del Brasile non dura moltissimo perché i sudamericani gestiscono male il vantaggio. A pochissimi minuti dalla fine la Croazia sorprende il Brasile con un contropiede che avviato dall’inossidabile Modric che serve il neoentrato Orsic. L’ala della Dinamo Zagabria vede l’inserimento di Petkovic che si gira e calcia col sinistro. Il tiro, deviato dalla difesa, beffa Alisson e si insacca in rete.

Tutto da rifare per il Brasile ma non c’è tempo e le squadre vanno ai rigori. Inizia Vlasic che non fallisce, beffando con un tiro centrale Alisson. Il secondo rigore è di Rodrygo. Il Brasiliano si fa però parare il tiro, battuto non benissimo. La Croazia poi non fallisce nessun rigore e trionfa grazie al palo colpito da Marquinhos. L’errore del difensore, che ha calciato per ultimo, di fatto regala la qualificazione alle i alla Croazia.

Il tracollo del Brasile ha dell’incredibile. Nei 120 minuti, tutto sommato, la squadra di Tite avrebbe meritato la vittoria. Purtroppo, paga dazio per aver abbassato la guardia quando non doveva.

 

Brasile Mondiali Qatar

Contenuti simili