CR7 AL VELENO: “TRADITO DAL MANCHESTER UNITED”

14 Novembre 2022

Parole forti, quelle del Portoghese rivelate al ” Sun”, che suonano come una rottura definitiva. Nell’intervista Cristiano si scaglia contro il proprio Club e, in particolar modo, contro il tecnico vigente Ten Hag.

Nel ripercorrere la sua esperienza al Manchester United, CR7 si sente deluso da tutto l’entourage dei Red Devils: In questi mesi ho vissuto i momenti più difficili della mia vita, a livello professionale e umano. Mi sento tradito dal Manchester United, non rispetto Ten Hag perchè lui non mostra rispetto verso di me. Mi sono sentito tradito, ho percepito che alcune persone non mi volevano, non solo quest’anno, ma anche l’anno scorso. Mi hanno dipinto come la pecora nera e non so perché. E se non mi rispetti, io non ti rispetterò mai”.

Cristiano liquida poi in poche parole anche l’ex tecnico Ralf Rangnick: Se non sei neppure un allenatore, come puoi pensare di allenare il Manchester United? Io non l’avevo mai sentire nominare

Cristiano Ronaldo non risparmia neanche Wayne Rooney che in più occasione lo aveva bersagliato: “Non so perché mi critichi in modo così duro, forse perché lui ha chiuso la sua carriera, mentre io sto giocando ancora ad alti livelli“.

Non so cosa stia succedendo, ma da quando Sir Alex ha lasciato non ho visto evoluzione nel club. I progressi sono zero Dopo l’esonero di Ole hanno chiamato un direttore tecnico come Ralf Rangnick, qualcosa che nessuno ha capito. Quel tipo non è neanche un allenatore. Niente è cambiato. Persino la palestra, la jacuzzi, la cucina. Credevo avessi visto cose diverse dopo il mio ritorno e questo mi ha sorpreso molto”.

Per finire,  queste le sue opinioni sul percorso del Club nell’era post-Ferguson: “Non so cosa sia successo dopo che Sir Alex ha smesso di allenare, ma il club ha smesso di evolversi. Nulla è cambiato in meglio da quando sono tornato. I tifosi devono sapere che sono tornato per provare ad aiutare il club, ma c’è qualcosa che ci impedisce di essere al livello di City, Liverpool e Arsenal. Io amo questa squadra, i tifosi sono dalla mia parte, ma se la società ha piani diversi non c’è problema. Come diceva Picasso devi distruggere per ricostruire, ed evidentemente hanno deciso di iniziare da me. I tifosi per me sono molto importanti ed è per questo che ho deciso di fare questa intervista: ho pensato fosse arrivato il momento giusto“.

Nel frattempo, anche Carragher, al Daily Mail ha commentato in questo modo le parole di Ronaldo: “Penso che i suoi commenti siano bizzarri. Vuole essere licenziato, mi pare ovvio. Ha detto al club in estate che voleva andarsene, nel calcio queste cose accadono. Non c’erano acquirenti, forse a causa del suo stipendio o del prezzo che il Manchester United voleva. Penso che sappia che sarà lo stesso nella prossima finestra di mercato e forse nell’estate successiva e ora sta cercando di essere licenziato o vuole andarsene gratuitamente. Questa è l’unica via d’uscita. Lo United non ha bisogno del fastidio di Ronaldo. Penso che dovrebbero licenziarlo o spostarlo dandogli un trasferimento gratuito”.

 

Cristiano Ronaldo Premier League

Contenuti simili