TROPPO CHELSEA: IL MILAN SI ARRENDE AI BLUES

TROPPO CHELSEA: IL MILAN SI ARRENDE AI BLUES

5 Ottobre 2022
Il Milan non riesce a far punteggio a Londra contro il Chelsea sulle note di un match complicato che vede i rossoneri faticare molto ad esprimere il suo gioco. Per Pioli una formazione quasi obbligata e dettata dalle numerose assenze.

Il reparto offensivo Krunic De Katelaere Giroud e Leao si dimostra subito inefficace nei confronti della difesa blindata del Chelsea. I rossoneri sono praticamente inesistenti dalla tre quarti in poi.

Sponda Chelsea, invece, il solido centrocampo composto da James, Loftus Cheek, Kovacic, Chilwell si impone sulla manovra del Milan, costringendo i rossoneri ad abbassarsi sulla propria metà campo.

Nel primo tempo il Chelsea ha varie occasioni per andare in rete: la prima si presenta al minuto 5’, quando Tatarusanu impedisce a Mount di realizzare il gol del 1-0. Al 23’, il Chelsea si avvicina ancor di più alla rete con Thiago Silva che svetta sulla difesa Milanista, mal posizionata sul calcio piazzato. Nell’azione successiva, sugli sviluppi del corner, Fofana ne approfitta sfruttando la carambola che lo mette nelle condizioni di battere Tatarusanu. Dunque, Milan sotto al minuto 24’.  Nel finale del primo tempo l’unica grande occasione che capita sui piedi di Krunic viene sciupata. Il Bosniaco, da posizione ravvicinata, la spara alta sopra la traversa.

Ad appena 10’ dalla ripresa, il Chelsea raddoppia con il gol di Aubameyang che sfrutta il buco difensivo lasciato da Tomori.

Il Chelsea mette la ciliegina sulla torta al 62’, grazie al gol di James.

A poco serviranno i cambi ordinati da Pioli che suonano quasi come una resa: esce l’intero reparto offensivo. De Katelaere, Krunic, Bennacer, Leao e Giroud lasciano spazio a Origi, Pobega, Brahim Diaz, Gabbia e Ante Rebic.

Il match termina sul 3-0. Pioli ed il suo staff avranno molto da riflettere su questo risultato: si è visto davvero poco Milan: a pesare soprattutto le assenze che hanno costretto a rinunciare alla qualità degli 11 titolari.

Pioli, ai microfoni di “Prime Video” non cerca peró alibi, pur riconoscendo che a certi livelli gli errori ed i cali di tensione si pagano.

Il Chelsea si porta a quota 4 punti, appaiato con il Milan e alle spalle del Salisburgo. Al termine del girone di andata, è quindi tutta ancora da decidere la qualificazione agli ottavi dei rossoneri, così come quella dei blues.