JUVE SCONFITTA DAL PSG MA COMUNQUE IN EUROPA LEAGUE

2 Novembre 2022

Alla Juventus era sufficiente conseguire il medesimo risultato del Maccabi per aggiudicarsi il passaggio in Europa League, e così è stato. Sia la Juventus che il Maccabi hanno perso l’ultimo match del Girone H, terminando l’esperienza in Champions League con 3 punti. I bianconeri, tuttavia, prevalgono sul Maccabi per la differenza reti (negli scontri diretti, infatti, le due contendenti vantavano una vittoria ciascuno).

Nel match contro i Parigini, Allegri manda in campo Szczesny, Gatti, Bonucci, Alex Sandro, Cuadrado, Fagioli, Locatelli, Rabiot, Kostic; Miretti e Milik. Queste invece le scelte di Galtier: Donnarumma; Hakimi, Ramos, Marquinhos, Bernat; Vitinha, Verratti, Ruiz; Soler; Messi, Mbappé.

Il PSG impiega pochissimo per andare in vantaggio. Al 13′ minuto Mbappè si mette in proprio sulla trequarti, saltando dapprima Gatti, poi  Locatelli e dal limite dell’area fa partire un tiro a giro che si infila a fil di palo. Allianz subito gelato dal gran gol del francese.

Al 17′ la Juventus prova a reagire con Locatelli che sfiora il pari cercando di piazzare dal limite dell’area il pallone che sfila fuori di pochi centimetri. Al 30′ Mbappé fa partire un tiro potente da fuori area che finisce alto sopra la traversa di pochi centimentri.

Al 33′ buona combinazione tra Mbappè e Messi ma l’azione non culmina con la rete perchè Pulce fallisce da pochi metri il gol. Un minuto dopo Miretti, servito da Milik, va vicinissimo al pareggio se non fosse per il recupero di Marquinhos a respingere in scivolata.

A pochi minuti dalla fine del primo tempo, i bianconeri pareggiano con Bonucci: il difensore, servito di testa da Juan Cuadrado, infila sul secondo palo Donnarumma. Al termine del primo tempo, squadre negli spogliatoi sul 1-1.

Nella ripresa non si presentano moltissime occasioni. Il PSG effettua i seguenti cambi: Dentro Nuno Mendes ed Ekitike al posto di Bernat e Soler. Sarà proprio Nuno Mendes, appena entrato, a portare i parigini in vantaggio al 69′ del primo tempo. Al 74′ Allegri decide di sostituire Miretti per Chiesa: si tratta della prima partita stagionale ufficiale dell’esterno, di ritorno dopo un lungo stop.

Al 78′ la Juve trova il gol del pareggio con Locatelli sulla ribattuta di Donnarumma ma la rete viene annullata perchè il centrocampista bianconero era in fuorigioco al momento del tiro.

Nel finale Allegri concede minuti anche ai giovani Soule, Barrenechea e Barbieri che subentrano a Locatelli, Cuadrado e Fagioli. Allo scadere dei 90′ la Juventus può gioire nonostante la sconfitta. I bianconeri, terzi con soli 3 punti in sei partite, si qualificano in Europa League per differenza reti vista la contemporanea sconfitta del Maccabi Haifa col Benfica.

La Juventus, dunque, deve ringraziare i Portoghesi del Benfica questa volta. L’altra notizia buona da registrare è sicuramente il ritorno in campo di Federico Chiesa: il calciatore ha ancora bisogno di minuti sulle gambe ma il rientro in campo è già un’ottima notizia per la Juve.

Queste le dichiarazioni di Mister Allegri in conferenza stampa post partita: “Chiesa l’ho visto sereno, ha fatto dei contrasti. Gli altri hanno fatto una buona partita sul piano dell’intensità mentale. Poi quando giochi contro queste squadre, soprattutto nel secondo tempo, ci siamo allungati e loro sono stati micidiali perché in tre passaggi sono arrivati davanti al portiere e hanno fatto gol di difficile fattura con l’uomo attaccato al corpo e la palla attacca al piede.”

Champions League Europa League Juventus psg

Contenuti simili