AGNELLI: SU ALLEGRI “I CONTI A FINE STAGIONE”

16 Ottobre 2022
La sconfitta in casa del Maccabi rischia decisamente di pregiudicare il cammino in Champions.
A 180 minuti dalla conclusione della fase a gironi, PSG e Benfica comandano a braccetto con 8 punti mentre Juve e Maccabi Haifa inseguono a debita distanza a quota 3 punti.
La Juventus per provare a qualificarsi agli ottavi di finale di Champions League, sarà costretta a  totalizzare 6 punti nelle prossime due partite contro Benfica e Paris Saint Germain. Puó peró non bastare. Pur salendo  a 9 punti, i bianconeri dovrebbero sperare  che almeno una fra PSG e Benfica non vada oltre il pareggio contro il Maccabi Haifa. In caso di un improbabile e complicatissimo arrivo a 9 punti di tre squadre (Juve, PSG e Benfica) a contare sarebbe la differenza reti che vede la Juventus attualmente sotto (-2) rispetto agli uomini di Galtier e Schmidt.
Nella notte più buia della stagione, il Presidente Andrea Agnelli non ha nascosto di provare vergogna per quanto accaduto: “Serata difficile, periodo difficile che va analizzato nel suo contesto. È il momento dell’assunzione delle responsabilità e sono qua per questo. Provo vergogna oggi per quello che sta succedendo.”
Agnelli ha poi scongiurato pubblicamente l’esonero di Massimiliano Allegri che a sua volta ha escluso la possibilità di presentare le proprie dimissioni.
Per provare ad invertire la rotta, la decisione presa nell’immediato è quella di mandare i calciatori (additati come veri responsabili di questa crisi) in ritiro alla Continassa fino alla prossima partita con il Torino in programma sabato prossimo. Ma fino a quando la dirigenza tollererà questa situazione? Eh già, perchè la cosa strana è che Agnelli, nel confermare in un primo momento Allegri, si sarebbe poi implicitamente lasciato scappare la data per il suo esonero, fissata a fine stagione. E infatti, ai microfoni di Sky Sport, incalzato dal giornalista Paolo Condò, il Presidente ha dichiarato: “La Juve non cambia in corsa. La Juve è abituata a fare il punto a fine anno, se volete pensare a una scadenza, tra virgolette, pensate a quella”. Dunque, salvo clamorosi ribaltoni, l’esonero del tecnico livornese, per il momento confermato, dovrebbe arrivare non in corsa ma a fine stagione.
Allegri Calciomercato

Contenuti simili