MILAN - IBRA: ALTA TENSIONE

Alla vigilia del match che vedrà il Milan impegnato nella semifinale di Coppa Italia contro la Juventus, la vicenda Ibra tiene sempre più banco.

Il caso

L’ attaccante non avrebbe infatti digerito, in primis, l’allontanamento di Boban prima della sospensione del campionato, in secondo luogo, la mancanza di attenzione da parte dei vertici del Milan. Gazidis starebbe puntando molto sui giovani, decisione che, di fatto, escluderebbe Ibra o quanto meno non lo metterebbe al centro del nuovo progetto.

Dopo settimane di assenza, il dirigente si è ripresentato a Milanello solo in occasione della partita di Coppa Italia contro la Juventus, altra circostanza che Ibra non ha accettato di buon gusto poichè si sarebbe aspettato un incontro immediato per discutere del rinnovo del suo contratto.

La delicata situazione del Milan

In tutto ciò, il Milan si trova a fare i conti con la stagione che riprende e con l’obiettivo prioritario di ottenere un posto in Europa League, essendo del tutto tramontate le possibilità di tornare in Champions (un fallimento che sicuramente sottrae risorse da destinare al rinnovo del contratto di Ibra).

Pioli sa di trovarsi in un quadro molto complicato e la semifinale di Coppa Italia potrebbe rappresentare l’ultima chance per il tecnico in carica. Ad essere in discussione però non è soltanto lui, i vertici sarebbero infatti pronti a cambiare (per l'ennesima volta si direbbe) pelle alla rosa rossonera, con esuberi che potrebbero non fare sconti a nessuno.