LA SUPERCOPPA EUROPEA E' DEL REAL: ANCELOTTI DA RECORD

A Helsinki si celebra il ventitreesimo titolo da allenatore per Carlo Ancelotti: la ciliegina sulla torta di una stagione all’insegna di successi. Dopo la vittoria della Liga, della Supercoppa di Spagna e della Champions League, il Real conquista anche la Supercoppa Europea.

Contro l’Eintracht Ancelotti si affida a Courtois tra i pali, Carvajal, Militão, Alaba e Mendy in difesa; a centrocampo spazio a Modric Casemiro e Kroos alle spalle del tridente Valverde Benzema e Vinicius Junior.

L’Eintracht si presenta con un 3-4-2-1 interpretato da Trapp in porta, Touré, Tuta e Ndicka in difesa, Knauff, Rode, Sow e Lenz a centrocampo e  Lindstrøm, Kamada e Santos Borré e comporre il reparto offensivo.

Il match si sblocca al 37’ grazie al colpo di testa di Alaba che porta in vantaggio i “Blancos” approfittando degli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 65’ arriva il raddoppio con Vinicius Junior che serve in area di rigore Benzema che con un destro di prima intenzione insacca in rete.

Per il Real Madrid è la quinta Supercoppa Europea della propria storia ed è il quarto titolo dall’avvento di Ancelotti che può così aggiungere alla propria bacheca di trofei anche la Supercoppa Europea 2022.