INTER FERMATA DAL LECCE

L’Inter si ferma a Lecce. La squadra di Liverani gioca una partita intensa e tiene testa ai nerazzurri.

Il film della partita

La partita inizia con un buon approccio dell’inter che pressa alta e cerca ostacolare il Lecce sin dalle prime linee, grazie al grande lavoro di sacrificio del duetto di attacco Lautaro – Lukaku.

 Al 3’ minuto è proprio quest’ultimo ad andare vicinissimo al gol con il sinistro che sfiora il secondo palo. Al 7’ minuto il Lecce si divora un gol con Mancosu che, a tu per tu contro Handanovic, non centra lo specchio della porta e spreca un’ occasione irripetibile. Risponde allo scoccare della prima mezz’ ora di gioco l’Inter con Brozovic che centra il palo su tiro da fuori area.

Al 32’ è ancora Brozovic che si vede parato il tiro due volte da Gabriel dopo lo scambio con Lautaro Martinez nell’area di rigore del Lecce. Nel finire del primo tempo Sensi rischia di causare un calcio di rigore che, seppur fischiato da Giacomelli, viene poi giudicato inesistente dopo il “replay” al Var.

Nel secondo tempo viene fuori il Lecce che sfiora il goal con lo spunto di Babacar. Nella ripresa Conte sostituisce Godin per dare spazio a Bastoni. La scelta dell’allenatore si rivela subito vincente perché il difensore appena entrato sorprende la difesa del Lecce insaccando la palla all’ angolino basso, dove Gabriel non può arrivare.

Dopo esser passato in svantaggio il Lecce sfrutta il caso fisico dell’Inter e tenta l’affondo che si rivela vincente al minuto 77°, quando Mancosu raccoglie il cross basso di Majer e anticipa la difesa nerazzurra. Pareggio del Lecce. Nel finale Conte tenta il tutto per tutto sostituendo Sanchez per Sensi Borja Valero per Brozovic, ma è il Lecce che a pochi minuti dal fischio finale,

sfiora il colpaccio con Falco che il colpisce il palo dopo una punizione "magistrale".

La partita termina. Come la Juventus, l’inter non passa a Lecce. Risultato amaro per gli 11 di Conte che questa sera rischiano di allontanarsi dalla vetta se a Parma i bianconeri conquisteranno i 3 punti.

Percepibile nel dopo gara l’amarezza dei nerazzurri, manifestata dalle parole del tecnico Antonio Conte che ai microfoni di Sky ha lasciato intendere ancora una volta le difficoltà che incontra nel dover disporre di una rosa limitata numericamente: “Non siamo una squadra che andando a una velocità media riusciamo a portare a casa il risultato. Quando non riusciamo ad andare al massimo dei giri siamo una squadra normale.“