BARCELLONA: CONTI IN ROSSO

Eduard Romeu, vice presidente del Barcellona, si è espresso ai microfoni di Sport in merito al momento di crisi finanziaria che sta vivendo il club: “Le casse del club sono in negativo per 500 milioni di euro.” Otre alla continua ricerca di sponsor che la società catalana sta portando avanti, come dimostra il recente accordo con Spotify che foraggerà i conti del club con 60 milioni a stagione, il Barcellona punta tanto anche sull’ottimizzazione della gestione dei diritti televisivi, sulla cessione di giocatori e sul taglio degli stipendi, così da avviare il percorso di risanamento dei bilanci.  Attualmente, il monte ingaggi è il secondo in Europa, dopo il Paris Saint-Germain, e si aggira sui 500 milioni di euro. Cifra che supera di gran lunga qualsiasi club in Europa, (tralasciando il Psg) e che non è affatto giustificata dai recenti risultati sportivi. Tanto per fare un paragone, il Real Madrid, squadra campione di Spagna e d'Europa, ha un monte ingaggi che si aggira intorno ai 400 milioni di euro, esattamente 100 milioni di euro in meno. Sul taglio degli stipendi si è pronunciato Sergio Busquets, dal ritiro della Spagna: “Vorrei solo che mi si dicessero le cose in faccia anziché scoprirle dai media”.