WEEKEND DA INCUBO PER LE MILANESI

Giornata da dimenticare per Inter e Milan che non riescono a vincere, rispettivamente, contro  Sassuolo e Salernitana.
I nerazzurri crollano letteralmente in casa contro il Sassuolo che, dopo appena 8 minuti, va in gol  con Raspadori. Al 26' Scamacca sigla il raddoppio, poco prima della traversa di Berardi. Nella ripresa occasioni per Dzeko e Lautaro. Nei minuti finali viene annullato dal Var il gol di De Vrij.
Per l'Inter si tratta della seconda sconfitta consecutiva rimediata in meno di una settimana. Domenica dunque da dimenticare per Inzaghi che, comunque (va riconosciuto) avrebbe meritato almeno il pareggio nel secondo tempo per quantità di occasioni prodotte. Sconfitta che non giova affatto sul morale dei giocatori. Il Sassuolo è parso molto più brillante e lucido: situazione prevedibile considerato l'arduo calendario con cui l'Inter ha dovuto fare i conti nell'ultimo mese.

Passo falso anche per la squadra di Pioli che all’Arechi, dopo essere partita bene con il gol di Messias, sciupa tutto nei minuti successivi. Al 29' è Maignan a fare il pasticcio: uscita maldestra che favorisce Bonazzoli che rovescia in porta per l’1-1. Nella ripresa i rossoneri spingono ma i padroni di casa passano in vantaggio con Djuric che batte Maignan di testa. Il Milan riesce nel finale a salvare il salvabile con Rebic che fulmina Sepe con un tiro dalla distanza, assicurandosi il 2-2. Troppi i punti lasciati per strada contro le "piccole": la classifica racconta che i rossoneri hanno lasciato ben 10 punti contro le squadre che oggi sono nella parte destra della classifica.
Parole di delusione rilasciate da Pioli ai microfoni di Dazn.
La classifica provvisoria vede adesso il Milan in vetta a 56 punti, a quota +2 sull'Inter che tuttavia deve recuperare una giornata. Attesa per il match del Napoli di oggi che, vincendo a Cagliari, si troverebbe in vetta alla classifca a pari punti con il Milan.