VIDAL FA CAUSA AL BARCELONA. VENTO A FAVORE DELL' INTER

Schermaglie tra calciatore e la Società Blaugrana. Il giocatore ha deciso di intentare una causa contro il Club Catalano per ottenere i 2, 4 milioni di bonus legati alla scorsa stagione che non gli sarebbero stati corrisposti. Come riportato da “Marca”, Vidal è uscito allo scoperto dichiarando a Radio ADN quanto segue: “<…> Trovo ingiusto ed indecoroso nei miei confronti da parte di un club come il Barcellona questo trattamento”, chiarendo che della questione si stanno occupando i suoi Avvocati. La mossa del Cileno ha mandato su tutte le furie il Barcelona che ha fatto trapelare la sua indignazione per la tempistica utilizzata dal giocatore, il quale ha sollevato la questione a distanza di sei mesi dai fatti, invitando il club al pagamento di quanto dovutogli entro 24 ore.  Il punto nodale della questione ruota intorno al citato bonus, che da contratto sarebbe spettato al centrocampista al raggiungimento di almeno il 60% di presenze in campo in partite ufficialmente disputate dal Barca (nel computo rientrerebbero soltanto le partite in cui il calciatore ha maturato un minutaggio di almeno 45'). Il Barcelona, dal suo canto, non riconosce tale debito, sostenendo che Vidal non abbia raggiunto la soglia che darebbe diritto alla liquidazione del Bonus. A ben vedere, nella scorsa stagione, Vidal è stato impiegato in 53 su 60 gare col Barcelona, ma soltanto 29 sono state conteggiate perché fanno testo solo i match in cui è rimasto in campo per un minimo di 45 minuti. Nel contenzioso tra club e giocatore ci sarebbero anche 1,4 milioni di euro per il raggiungimento dei quarti in Champions (il Barcelona ritiene in merito di dover pagare solo il 50% di questa cifra) oltre al premio per la vittoria nella Liga pari a 250.000 euro. Ad ogni modo, non è casuale che solo ora Vidal, per ragioni sconosciute, reclami tali somme quando nei sei mesi precedenti non ha ritenuto di comunicare al club Blaugrana nulla. La tempistica e l’immediatezza improvvisa con la quale il calciatore ha richiesto quei soldi  sono forse un pretesto forzare il Barcelona alla cessione? 

L’Inter intanto resta alla porta ed ha ottenuto già il sì di Arturo. Forte di ciò, aspetta il momento propizio per passare all’attacco, dato che il giocatore è scontento e può già dire addio ai bonus per questa stagione, considerando il sui scarso impiego quest’anno. Il club nerazzurro ha proposto un prestito con diritto di riscatto a 12 milioni di euro. Il Barcelona pretende un obbligo e quantifica il cartellino a 20 milioni. Il fatto di aver intentato la causa potrebbe destabilizzare il Barca che, a questo punto, potrebbe decidere di privarsi del centrocampista Cileno accettando le condizioni dell’Inter. E vista e considerata la volontà anticipata del cileno di tornare alla corte di Conte, nulla fa ritenere che il Club Spagnolo tenga ancora con sé un giocatore scontento e amareggiato, malgrado il divario economico ancora esistente tra domanda e offerta.