PIOLI: "MILAN, HO VISTO LO SPIRITO GIUSTO"

La Serie A scalda i motori e si prepara all'inizio della nuova stagione. Ad aprire le danze sabato alle 18.30 sarà Milan-Udinese e i Campioni d'Italia vogliono partire bene. "C'è un entusiasmo che dobbiamo coltivare, nella squadra ho rivisto gli stessi occhi e lo stesso spirito dell'anno scorso - ha spiegato Stefano Pioli. 

LA CONFERENZA DI PIOLI

Entusiasmo e inizio di una nuova avventura
"Avere San Siro pieno sarà stupendo. C'è un entusiasmo che dobbiamo coltivare a da cui dobbiamo trarre grande energia.


Un Milan più forte?
"E' un Milan forte. Il campo dirà se saremo più forti. Ho rivisto lo sguardo giusto nei giocatori, lo stesso dello scorso anno, e questo mi fa pensare positivo. 

Sui nuovi arrivati

"I nuovi arrivati mi stanno dando sensazioni molto positive. Hanno grandi qualità e caratteristiche. Con loro abbiamo migliorato il nostro reparto offensivo. Rebic sta bene, Giroud è disponibile per domani. Solo Tonali ha un problema. Ho tante scelte e soluzioni. Sarà un bene per me e per la squadra. Origi è un centravanti completo. Sa fare tutto. Ci darà grandi soddisfazioni. E' attento, voglioso e intelligente"

La squadra è cresciuta?
"In questo precampionato Messias, Bennacer e Rebic sono stati i giocatori più continui che hanno messo in campo prestazioni di alto livello. Ma ho visto in tutti grande voglia ed entusiasmo anche negli allenamenti. L'Udinese è un avversario difficile. Ha cambiato mister, ma non modo di giocare. E' molto fisica e pericolosa sulle palle inattive. Siamo preparati bene, ma dobbiamo dimostrare in campo di voler cominciare bene"

Milan favorito?
"Non ci preoccupiamo di quello che si dice di noi fuori da Milanello. Noi vogliamo essere competitivi e cercare di vincere il più possibile nelle tante competizioni a cui parteciperemo in questa stagione"


Ostacolo Udinese
"E' una squadra fisica e dobbiamo muoverci bene cercando di togliere riferimenti. Dobbiamo trovare i giocatori tra le linee, ma penso che dovremo fare una grande gara soprattutto senza palla rimanendo compatti e cercando di giocare di più nella metà campo avversaria provando a dominare il gioco"

Avversari scudetto
"Sarà una stagione particolare col Mondiale in inverno. Si tratta di 23/24 partite in 90 giorni per chi andrà in Qatar. Avremo bisogno di tutti i giocatori a disposizione. Nei primi tre mesi ci si gioca già tanto sia in campionato che in Champions. Bisogna partire bene e abbiamo fatto bene la preparazione. I ragazzi hanno risposto tutti bene, hanno lavorato con continuità e stanno tutti bene tranne Tonali che ha un piccolo problema. Sarà un campionato equilibrato e sarà difficile superare il punteggio dell'anno scorso. Le prime sette squadre sono tutte molto forti e hanno aumentato la qualità. Sono cresciute anche le squadre di media classifica. Sarà un campionato competitivo e sarà una bella lotta"