MOURINHO RICONQUISTA LA ROMA

L'Atalanta rimane a quota 37 in classifica mentre la Roma sale a quota 31, momentaneamente a cinque punti dal quarto posto occupato dal Napoli. Male la squadra di Gasperini che perde l'opportunità di salire al secondo posto e rimanere nella scia dell'Inter. L'obiettivo dei neazzurri si infrange contro una Roma impeccabile.

In campo Josè Mourinho cambia poco rispetto alla sfida contro lo Spezia: in difesa torna Mancini e Zaniolo affianca Abraham in attacco.

 Per il resto tutto confermato nel 3-5-2 lanciato a stagione in corso. Pochi problemi di formazione per Gasperini, ormai abituato all'assenza per infortunio di Gosens.  La Roma sbanca il Gewiss Stadium servendo addirittura il poker all'Atalanta.

Al 1° percussione centrale di Abraham che si libera di Djimsiti e anticipa Musso in uscita. Al 27° contropiede perfetto della Roma con Zaniolo che dialoga con Veretout e segna il suo primo gol in campionato beffando Musso col sinistro rasoterra sul primo palo. Al 46° autorete di Cristante che devia nella sua porta il tiro di Muriel. Dopo l'1-2 al termine della prima frazione, l'Atalanta prova a ribaltare il match ma non trova praticamente mai la rete, lasciando invece campo ai giallorossi. Palomino si vede annullare la rete del pareggio per fuorigioco ed è a quel punto che si spegne la luce in casa della Dea.

La Roma trova il terzo gol con Smalling, il migliore dei suoi e arrotonda con Abraham nel finale.

Buone notizie dunque per la Roma che sbanca Bergamo dimostrando personalità e convinzione nei propri mezzi. Nel prepartita Mourinho aveva caricato i suoi dichiarando in conferenza stampa di voler cercare la vittoria a Bergamo.

Il tecnico Portoghese si gode una Roma ritrovata e guarda con fiducia alla sfida in casa del 22 contro la Sampdoria.