MORATA E CUADRATO ESPUGNANO IL BOLOGNA

 Tre punti fondamentali per la Juventus, che torna a vincere dopo lo stop di Venezia e aggancia la Roma al quinto posto in classifica, restando in scia della zona Champions, ora distante cinque punti. Terza sconfitta consecutiva, invece, per il Bologna, che si allontana dal sogno europeo e rischia di essere scavalcata da Sassuolo e una tra Torino e Verona, che si scontreranno domani. Con Locatelli inizialmente in panchina, Allegri rispolvera Arthur, Rabiot e McKennie, Bernardeschi, Kean, Morata. Nella rosa bianconera assenti Dybala, Chiesa, Ramsey, Chiellini. Il Bologna schiera invece un 3-4-2-1, con Arnautovic, Barrow e Soriano a sostenere il peso dell’atttacco.. Primo tempo intenso ed equilibrato al Dall'Ara.

Il gol arriva al 6° minuto, quando Morata chiude un triangolo lungo con Bernardeschi battendo Skorupski sul primo palo. Il Bologna reagisce, crea occasioni da goal Svanberg, che va vicino al pari con una rovesciata, e poi con Arnautovic. La Juve resiste. La coppia De Light-Bonucci si dimostra solida e concentrata.

Nella ripresa il Bologna parte molto bene, ma al 69° Cuadrado chiude i giochi con un missile dal limite dell'area deviato da Hickey che si insacca alle spalle di Skorupski. Lo stesso Cuadrado, nel finale, ha l'opportunità di segnare ancora, su assist di Kaio Jorge, ma è bravo Skov Olsen a recuperare. Finisce 2-0, la Juve torna a guardare in alto, ora a cinque lunghezze dal Napoli e 6 dall’Atalanta nella classifica provvisoria.