LIVERPOOL OUT. ATLETICO AI QUARTI DI FINALE

Nella magica cornice dell' Anfield (gremito malgrado l'emergenza coronavirus), va in scena il ritorno dell'ottavo di finale tra Liverpool e Atletico Madrid.  Ad avere la meglio è stata la squadra di Simeone che, ai supplementari ha battuto i Reds regalando ai propri tifosi l'accesso ai quarti di finale di Champions League. 

Il film della partita

La squadra di Simeone parte con Felix e Diego Costa in attacco, supportati da Correa a fare da trequartista partendo dalla destra.

Jurgen Kloop risponde con il tridente targato Salah Firmino Manet.

Nel primo tempo, il Liverpool sviluppa bene la fase di attacco con una manovra avvolgente ma sterile. L’ Atletico infatti pensa a difendersi e sembra impenetrabile. 

La partita è molto nervosa nella prima mezz’ ora, con falli al limite commessi da entrambe le squadre.

La prima occasione del Liverpool è al 10’, con Salah su calcio piazzato: palla di poco poco alta. Qualche minuto dopo l’atletico si rende pericoloso con Felipe che stacca di testa con il pallone che scorre di poco di lato del palo.

Al 34’ è Manet  a tirare in porta su un contropiede che vede protagonista Mohamed Salah.

Al 35’ l’offensiva del liverpool sembra farsi più pericolosa, con Oblak che salva il risultato su un tiro cross insidioso di Alexander Arnold che filtra nelle maglie della difesa avversaria.

Al 43’, l'offensiva del Liverpool si trasforma nel goal di testa di Wjnaldum. L’ Olandese impatta bene il pallone sul cross dalla destra infilandolo nell’ angolino basso, dove Oblak non puó arrivare.

Il secondo tempo è a senso unico. L’ Atletico si arrocca nella propria metá campo, incapace di reagire di fronte all’offensiva incessante dei Reds.

Nei minuti finali Manet tenta il gol di rovesciata in area di rigore. Pallone alto di poco. L’ultima occasione dei tempi regolamentari è di Salah che tenta il goal dopo il dribbling secco in area di rigore.

Allo scadere, Saul segna di testa ma l’euforia dei "colchoneros" si arresta di fronte allo sbandieramento del guardalinee che pesca l’ala in offside.

 Nei tempi supplementari la partita si accende, complice la stanchezza dei calciatori che allunga le squadre. Nel primo tempo arriva il goal di firmino: cross ancora una volta dalla destra che pesca l’attaccante in area:colpo di testa con la palla che carambola sul palo prima di essere ribattuta in rete dall'attaccante del Liverpool.

La partita sembra ormai in discesa per il Liverpool, ma al 96' Llorente, subentrato a Costa, sfrutta l’errore di Adriàn che regala il pallone all'Atletico piazza il pallone nell’angolino basso, 2-1.

Entra anche Morata. È proprio lui che poco dopo il pareggio innesca ancora una volta Llorente che, neanche a credersi, trova lo spazio per il tiro da fuori area e va in doppietta. Allo scadere, anche Morata va in goal, chiudendo la partita e blindando la qualificazione ai quarti per la sua squadra. 

Liverpool beffato. Atletico trainato da Llorente.

Grande delusione in casa Liverpool per la mancata qualificazione. La squadra di Kloop ha raccolto davvero poco rispetto al calcio giocato nei primi 90'.
L' Atletico Madrid festeggia invece il passaggio del turno e si gode il talento Marcos Llorente, i cui goal hanno pesato tantissimo sull'equilibrio del match.