LA ROMA VOLA IN SEMIFINALE DI CONFERENCE LEAGUE

I giallorossi sono l’unica squadra rimasta in Europa. Certo, la Conference League non è né la Champions League né l’Europa League, ma per i tifosi della Roma la semifinale è un traguardo straordinario, il Bodo vale come il Liverpool e il Manchester United. Ora sul cammino della Roma c’è solo il Leicester, andata in Inghilterra il 28 aprile, ritorno all’Olimpico una settimana dopo. La Roma al 5' passa in vantaggio: calcio d'angolo dalla destra, Cristante non arriva sulla deviazione ma disturba la respinta di Haikin, Abraham si tuffa sul pallone e insacca per l'1-0. Al 23' inizia lo show di Zaniolo: assist di Pellegrini, il 22 giallorosso ringrazia e supera Haikin. E sei minuti dopo si ripete sul filtrante di Zalewski, questa volta con un delizioso tocco sotto che supera il portiere per il 3-0 con cui termine la prima fase di gioco. Nella ripresa poker romanista e tripletta personale di Zaniolo: questa volta sceglie la potenza, il suo sinistro di contro-balzo sull'assist di Cristante si spegne sotto l'incrocio dei pali. Mou ha fatto un ottimo lavoro, la squadra è cresciuta molto ed è attualmente quinta in classifica in campionato a cinque lunghezze dalla Juventus. La Roma adesso ha una identità precisa, è in sostanza una squadra che ha saputo crescere, che viene da tre mesi di buon calendario ( ha incontrato solo squadre di altra fascia a parte il derby) e che si appresta a d affrontare un percorso finale con Napoli e Inter in trasferta. A differenza del girone di andata, adesso la Roma esiste, ha personalità, voglia di emergere. Ricalca il suo allenatore.