LA REPLICA DI GATTUSO: "NON SONO UN RAZZISTA"

A fronte delle polemiche ricevute dall'ambiente del Valencia in relazione ad alcune sue dichiarazioni rilasciate nel passato, Gattuso è intervenuto  un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

In quest'occasione, Gattuso di è definito contrario ad ogni tipo di notizia diffusa incautamente sui social al solo scopo di delegittimare una persona. Non si definisce un razzista, dice di aver allenato decine di giocatori di colore, di averli avuti in squadra quando era un calciatore, di avere a che fare con persone di colore per motivi lavorativi. 

Per lui non conta il colore della pelle, conta la persona, la sua onestà, la sua lealtà. Sulla polemica del matrimonio, scoppiata nel 2008, quando disse che il matrimonio è solo tra uomo e donna, ha tenuto a precisare che in quella stessa occasione puntualizzò che ognuno può pensare e fare come vuole, in quanto libero.

Si è invece detto  rammaricato per quanto accaduto durante la partita di Champions contro il Tottenham, quando si ritrovò muso a muso con un membro dello Staff della squadra avversaria.  In relazione alle dichiarazioni sulle donne nel calcio, riguardanti Barbara Berlusconi, ha affermato che le donne fanno come e meglio degli uomini, in ogni settore.