LA JUVE SI GUARDA INTORNO: PIACCIONO MUDRYK E NERES

Max Allegri ha fretta. Quindi la Juve mette fretta ad Angel Di Maria. Perché il giocatore, proprio come Paul Pogba, rappresenta una priorità assoluta per il tecnico bianconero. Angel, però, di fretta, proprio non ne ha. Anzi. Sta facendo capire come per vari motivi proferirebbe il Barcellona alla Juve, motivo che ha spinto i suoi agenti a riaprire e intensificare i contatti con il club blaugrana. Senza trovare però le risposte desiderate. Con o senza Di Maria, la Juventus si sta guardando intorno, alla continua ricerca di giovani promesse da far sbocciare. Il primo è Mychajlo Mudryk, 21 anni, che ha appena esordito nella Nazionale Ucraina, giocando due spezzoni nei play-off mondiali contro Scozia e Galles. Mudryk è un destro che gioca a sinistra ed è dotato di un impressionante spunto in velocità. Per lui garantisce Paolo Bianco, collaboratore di De Zerbi allo Shakhtar che sta per entrare nello staff tecnico di Allegri. Con i suoi futuri dirigenti Bianco ha speso parole entusiastiche su Mudryk, ma è chiaro che Allegri vedrebbe l'ucraino solamente come una scommessa, al massimo come un'alternativa all'affermato Di Maria. Altro nome che circola negli ambienti bianconeri è quello di David Neres, brasiliano ex Ajax, 25 anni e 7 presenze in nazionale: era l'ala sinistra titolare della fantastica squadra che raggiunse la finale di Champions del 2019. A fine gennaio lo ha preso lo Shakhtar per 18 milioni, ma per colpa della guerra non ha mai giocato in arancionero e gli ucraini lo hanno per forza di cose messo in vendita, non sapendo nulla del loro futuro. È anche lui un destro che gioca a sinistra, l'esperienza internazionale non gli manca, la sua valutazione si aggira intorno ai 14 milioni.