KULUSEVSKI-JUVE. DEFINITO IL TRASFERIMENTO: LE PRIME PAROLE DA BIANCONERO

Dejan Kulusevsky è un giocatore della Juve. I campioni d’Italia hanno messo le mani su uno dei migliori giocatori del 2000, strappandolo alla concorrenza dell’Inter. Il giocatore si aggregherà nella rosa bianconera da luglio 2020. L’agente ha comunque precisato a Radio sportiva che la volontà del giocatore, sin dall’origine, era quella di approdare alla Juve. Il procuratore del trequartista ha così espresso la massima soddisfazione per l’affare andato in porto: “il ragazzo giocherà in una delle squadre migliori al mondo, per cui siamo molto soddisfatti <…> tecnicamente c’era la possibilità di passare subito alla Juve, ma il Parma non voleva liberarlo a Gennaio.”

Kulusevski ha firmato un contratto fino al 2024 da 2,5 milioni a stagione.

Queste le prime dichiarazioni rilasciate da futuro calciatore della Juventus: "Sono molto contento, il 2020 non poteva iniziare meglio di così: la Juve è uno dei migliori club al mondo, essere qui è il sogno di chiunque inizi a giocare a calcio. Quando ho saputo dell’interessamento, non ci ho nemmeno pensato”. 

 L ’operazione ha fruttato all’Atalanta (società titolare del cartellino) 35 milioni, che con i bonus arrivano a 44 complessivi, quasi tutti imputabili come plusvalenza nel bilancio della Dea (il giocatore era stato acquistato nel 2016 per meno di 150 mila euro).

Scelta lungimirante quella di lasciare il calciatore nelle fila del Parma fino all’estate, così da consentirgli di maturare ulteriore esperienza ed arrivare ancora più preparato per la nuova sfida bianconera. Dejan Kulusevsky, 19 anni, 4 gol e 7 assist in serie A, ha avuto un impatto strepitoso nel passaggio dalla Primavera dell’Atalanta alla serie A con il Parma.  Dejan ha tenuto a precisare durante la presentazione che il suo ruolo prediletto è quello del trequartista.  Fabio Paratici, dopo una efficace trattativa, ha superato la concorrenza di tutti e, come già anticipato, soprattutto quella dell’Inter. 

Non resta che attendere l’evento più importante che sancirà la sostanziale e non solo formale inclusione del calciatore nello scacchiere Juventino.