JUVE POCO AFFAMATA: 1-1 A VILLAREAL

Allegri deve fare a meno di Chiellini, Rugani, Dybala e Bernardeschi, oltre a Chiesa, con Pellegrini e Bonucci inizialmente in panchina ma non al top. Emery deve invece rimpiazzare (col falso nueve Lo Celso) il suo attaccante migliore Gerard Moreno.
Partenza promettente dei bianconeri che sbloccano il match dopo appena 33 secondi dal fischio d’inizio grazie al (primo) gol in Champions di Vlahovic che, ben imbeccato da Danilo controlla di petto e calcia a incrociare nell’angolino basso. Il Villarreal si scuote e attacca a testa bassa. L’incrocio dei pali ferma Lo Celso, Szczesny ferma Capoue. Nella ripresa, la squadra di Emery continua a premere ma la Juve è pericolosa quando riparte.

Al 66’ clamorosa distrazione di Rabiot che si perde l’inserimento di Parejo che non perdona pareggiando i conti. Finisce 1-1.

Pareggio prezioso per i bianconeri, considerato l’andamento regressivo della gara condotta dagli 11 di Allegri.  Tra le attenuanti anche la contemporanea assenza di Paulo Dybala e Giorgio Chiellini, oltre alla presenza di un Bonucci non ancora recuperato al 100%.

Risultato dunque agrodolce, tra le note positive spicca il rendimento di Vlahovic che si è preso la scena, da dimenticare invece l’atteggiamento difensivista della squadra che non mette nelle condizioni gli attaccanti (in primis Vlahovic) di esprimere tutto il loro potenziale.

Risultato ancora in bilico e passaggio del turno da definire nella giornata di ritorno dove la Juventus si giocherà il tutto per tutto.