INTER: GRANDE SOSTEGNO DA PARTE DEI TIFOSI NONOSTANTE IL SECONDO POSTO

Domenica agrodolce per i nerazzurri che battono con poche difficoltà una Samp impotente. Inzaghi sceglie la formazione tipo, con il solo Correa al posto di Dzeko non al meglio. Giampaolo conferma nove undicesimi della squadra titolare con cui ha travolto la Fiorentina: Yoshida sostituisce lo squalificato Colley e Caputo torna al centro dell'attacco al posto di Quagliarella
Vincere contro la Samp,tuttavia, non è bastato: con il contemporaneo successo sul Sassuolo, il Milan mantiene il primo posto con due punti di vantaggio e vince lo scudetto. Grande atmosfera al Meazza fin dal prepartita: i nerazzurri partono forte, poi la notizia dei gol del Milan raffredda l’ambiente. Nella ripresa sblocca Perisic, che esulta mandando baci al pubblico, poi arriva la doppietta di Correa qualche minuto dopo. Unica macchia, l'infortunio di Perisic costretto ad uscire dal campo in barella.
 A fine partita il lungo ringraziamento dei tifosi alla squadra in lacrime. Tra i più "toccati" dal mancato successo Lautaro e Di Marco che, commossi, ringraziano la curva dell'Inter per il sostegno incondizionato.
 L’abbraccio del Giuseppe Meazza all’Inter, nell’amara vittoria contro la Samp, fa capire il senso di gratitudine che circonda l’Inter, nonostante il secondo posto firmato e lo scudetto sfumato. Tanti applausi durante il match anche per Simone Inzaghi il quale, in conferenza stampa, ha dichiarato: “In questo momento prevale l’orgoglio, come si è visto con il nostro arrivo a San Siro prima della partita e con l’applauso finale della curva. Complimenti al Milan e a Stefano Pioli.”
Inzaghi ha fatto un plauso ai ragazzi per l'ottima stagione che sarebbe addirittura potuta finire meglio, se alcune partite decisive fossero state vinte.  La Champions è sfumata per poco contro il Liverpool, la Coppa Italia contro la Juventus è stata centrata,  la rincorsa al Milan dopo il crollo del mese di febbraio, sono stati segnali incoraggianti della stagione nerazzurra, da cui l’Inter deve ripartire per il futuro.