IL MILAN HA RITROVATO LA VIA MAESTRA

Il Milan torna a vincere in casa in Serie A. Una vittoria sofferta ma meritata per averci creduto fino all’ultimo. Pioli riparte dal tandem in attacco Leao-Ibra.

Il film della partita

La partita inizia in salita per i rossoneri che subiscono goal dopo l’ennesima distrazione di Gigi Donnarumma che esce a vuoto lasciando la porta sguarnita, così da permettere a Larsen di segnare con facilità. L’Udinese va vicina al raddoppio con il sinistro di prima di Lasagna che finisce di poco alto sopra la traversa.

Poche occasioni per il Milan nel primo tempo. Nella ripresa Donnarumma si fa perdonare dello svarione del primo tempo bloccando il tiro di Lasagna lanciato in porta. Il Milan inizia finalmente a produrre gioco al ed al  48’ pareggia con Rebic che segna di prima su assist di Conti. L’Udinese gioca una grande partita e va di nuovo vicina al gol con Mandragora che viene fermato ancora una volta da Donnarumma.

Al 71’ arriva il goal che porta in vantaggio il Milan: prodezza di Theo Hernandez che calcia al volo da 25 metri sulla ribattuta dal calcio d’angolo. Un gol straordinario che conferma il talento del terzino di proprietà del Real Madrid.

L’Udinese non fa attendere la propria replica ed al 85’ pareggia i conti. Larsen crossa al centro per Lasagna il quale in area di rigore anticipa Conti e segna di testa in torsione.

Punteggio bloccato, il match sembra volgere al termine quando nei minuti di recupero, su un lancio in avanti di Conti, la palla carambola tra Ibrahimovic e Rebic, quest’ultimo si trova in possesso del pallone e calcia di sinistro all’angolino destro. Portiere battuto, fischio finale e 3-2 per il Milan.  

Milan cinico, Udinese sfortunata

Un Milan combattivo trova una vittoria preziosa, da apprezzare la capacità dei rossoneri di rimontare e rimanere in partita sino all’ultimo minuto. Per l’Udinese bicchiere mezzo vuoto, la squadra ha avuto più di un’occasione per chiudere il match al primo tempo ma non ha capitalizzato il buon gioco prodotto nell’arco dei 90 minuti. Malgrado il risultato negativo, Gotti può comunque essere soddisfatto per la prova. La squadra di Pioli sembra aver ritrovato la personalità mancante nei momenti chiave della partita, dimostrando caparbietà e spietatezza sotto porta. Il Milan porta dunque a casa la seconda vittoria consecutiva e fa felice i propri tifosi accorsi in massa allo stadio San Siro.