IL MILAN BLINDA IL GIOELLO LEAO

Stagione della maturazione, quella del 2021/2022, per Rafael Leao, il calciatore che, insieme a Theo Hernandez, è stato una delle giovani promesse milaniste ad essere sbocciate, dopo che lo scorso anno non aveva manifestato una grande continuità di rendimento.

Il numero 17 del Milan è diventato continuo nelle prestazioni e si è rivelato anche parecchio incisivo. I numeri non mentono: 14 gol e 12 assist in 42 partite totali tra Serie A, Coppa Italia e Champions League.

A che punto è il rinnovo col Milan?

Leao, può diventare un top player internazionale. Proprio per questo, nonostante le offerte arrivate, il Milan non ha dubbi sul puntare su di lui anche per la prossima stagione.  Paolo Maldini e Frederic Massara lavorano da mesi al rinnovo del suo contratto, in scadenza a giugno 2024: attualmente il portoghese percepisce uno stipendio da circa 1,6 milioni di euro netti a stagione, e la nuova offerta ne prevede uno che con i bonus supera i 4 milioni.  Inoltre c’è una clausola di risoluzione da 150 milioni. C’è la certezza che il giocatore non potrebbe andare via per meno di quella cifra indicata nel contratto oggi in essere. La società rossonera vuole blindare Rafa e goderselo ancora.

La vicenda dello Sporting

Come riportato da 'Record', dopo due rinvii, il Tribunale di Milano si è pronunciato in merito al contenzioso tra l’attaccante portoghese e lo Sporting, aperto dal 2018, quando il giocatore si trasferì al Lille rompendo per giusta causa con il club di Lisbona. Dopo che il Tas ha dato torto a Leao, si attendeva proprio la decisione del Tribunale che ha stabilito che il giocatore dovrà risarcire il suo vecchio club con 16,5 milioni di euro, cifra che, con gli interessi, raggiungerà i 20 milioni. In sostanza Leao vedrà pignorato ogni il 20% del proprio ingaggio a favore della società biancoverde.