I VIOLA ALLA PRIMA DI CONFERENCE DELUDONO LE ASPETTATIVE

Allo stadio Artemio Franchi: la Fiorentina, nell’abbordabile (almeno alle apparenze) esordio in Conference League contro i campioni di Lettonia del Rigas Futbola Skola, non va oltre l'1-1.

Formazioni

Fiorentina (4-3-3): Gollini; Dodô, Martinez Quarta, Ranieri, Biraghi; Bonaventura (72' Maleh), Barak (77' Mandragora), Amrabat; Kuoamé (46' Sottil), Cabral (55' Jovic), Ikoné (78' Saponara). All.: Italiano.

RFS (4-2-3-1): Steinbors; Sorokins (69' Vlalukin), Jagodinskis, Lipuscek, Mares; Panic, Saric; Stuglis, Simkovic (62' Friesenbichler), Emerson (89' Rakels); Ilic. All.: Morozs.


Cronaca della partita

La prima europea della Fiorentina dopo tanti anni di digiuno Europeo non regala ai viola il risultato sperato: contro il RFS Riga, infatti, arriva un pareggio per 1-1 che scatena i fischi del Franchi contro i suoi beniamini. I toscani partono subito forte nel loro debutto in Conference League, spingendo a caccia del gol e centrando un palo al 6': il velo di Ikoné smarca Barak, il sinistro dell'ex Verona colpisce il montante a portiere battuto. Fiorentina ancora insidiosa con Kouamé, poi inizia lo show del portiere lettone Steinbors: due parate in trenta secondi su Arthur Cabral, e un altro grande intervento al 36' sul colpo di testa di Barak. L'unico brivido, per i toscani, arriva al 42': erroraccio di Bonaventura e il Riga (seguito al Franchi da sette tifosi) riparte in contropiede con Ilic, che sbaglia a tu per tu con Gollini.

Si va al riposo sullo 0-0, e nella ripresa ricomincia il monologo della Fiorentina. 
Italiano alza la pressione inserendo Sottil e Jovic. E il gol arriva al 56': cross di Biraghi e tiro al volo di Barak per l'1-0. Ikoné manca il raddoppio e la Fiorentina viene subito punita dal Riga: Barak perde palla, Friesenbichler parte in contropiede e aziona Ilic, che realizza un gol storico per l'1-1 dei lettoni al 74'. 
Non bene Gollini nell'occasione, impreciso Jovic nel finale: il serbo spreca due preziose chances per il gol-vittoria. Finisce 1-1 tra Fiorentina e Riga, con la contestazione dello stadio: servirà tutt'altro risultato tra sette giorni, nella trasferta turca contro il Basaksehir. I turchi, allenati dall'ex Inter Emre, hanno infatti impressionato e dominato contro gli Hearts: vittoria per 4-0 con le reti di Hasan Ali Kaldirim, Ndayishimiye, Okaka e Berkay Ozcan.

I fischi del Franchi a fine partita sottolineano la delusione per un pareggio amaro. Quello della Fiorentina contro il Riga, alla prima del girone di Conference League, che segna anche il ritorno dei viola in Europa dopo oltre cinque anni.

Queste le dichiarazioni di Italiano nel post partita a Sky Sport: “Ormai ci stiamo abituando a questo epilogo: in ogni partita non riusciamo a segnare anche in situazioni semplici e si complicano delle partite da vincere largamente. Abbiamo tirato 30 volte in porta e abbiamo segnato un gol, cercheremo di tirare il doppio”. Sui mugugni da parte del Franchi rispetto a una Fiorentina da cui ci si aspetta di più, Italiano ha dichiarato: "Se si sono alzate le aspettative è per merito nostro.  Sappiamo dove siamo, sappiamo in che realtà siamo e mi dispiace per il fatto che si possa perdere entusiasmo in pochi mesi. Lotteremo per uscire di nuovo tra gli applausi".