FABIO MACELLARI: "HO BUTTATO VIA SOLDI E CARRIERA"

Fabio Macellari, ex terzino di Cagliari, Inter e Bologna, ha sprecato tutto quello che la vita da calciatore famoso gli ha regalato. In una puntata di “Live- Non è la D’Urso”, ha raccontato di come adesso faccia il panettiere e il taglialegna:  “Mi sono divertito a tal punto che servirebbero quattro vite a una persona normale per spassarsela come ho fatto io in quegli anni. Ma mi è costato carissimo. In un attimo ho buttato via tutto. Soldi e carriera.” La vita di Fabio Macellari, è cambiata all’improvviso: si alza tutte le notti e trascorre gran parte delle proprie giornate in mezzo ai boschi, vive del proprio lavoro di panettiere, e, all’occorrenza, da falegname. Per Macellari il baratro è arrivato una volta smessa la carriera da giocatore di un certo livello. Dal 2005 al 2015 (anno in cui ha appeso le scarpette al chiodo) si è ritrovato a giocare nelle serie minori, in categorie che non garantivano più visibilità e guadagni importanti: "Tornare ad un ritmo di vita normale non è facile quando sei abituato bene ed io ero uno che spendeva, generoso, pagavo sempre pio tutto per tutti" Fino al tunnel della droga: "In questi casi o capisci che devi ricominciare da zero oppure muori". Ora Fabio Macellari conduce una vita umile e cerca di essere da buon esempio per tutti i giovani che hanno fama e celebrità. Certi atteggiamenti, se potesse, li cambierebbe di corsa. Al contempo, avendo preso il patentino da allenatore, sogna un ritorno in Serie A, per avere una seconda occasione nel mondo calcistico.