DEMIRAL VA, CHIELLINI RIENTRA.

Mentre Demiral,  (appena operatosi al ginocchio) inizia il lungo percorso che lo condurrà al ritorno in campo, Chiellini sta completando il recupero e si appresta a tornare a calcare il terreno di gioco con vista sulla partita contro il Lione.

Il rientro del capitano bianconero è vitale non soltanto per gli equilibri della difesa della Juve, ma anche perché consente al club di concentrare gli sforzi di mercato su un altro reparto, quello del centrocampo, più bisognoso di alternative.

Ed è un ritorno non da poco quello di Chiellini, oltre che per il suo spessore tecnico,  per la sua professionalità e per la sua leadership in campo e fuori dal campo. Incoraggianti le parole di mister Sarri sulle sue condizioni: “Giorgio non è ancora nelle mani dello staff tecnico, ma in quelle dello staff medico. Però, vedendolo in campo durante gli allenamenti, mi sembra stia bene per un infortunio così grave che di solito penalizza più pesantemente chi lo subisce, soprattutto nella corsa”. La Juventus rinuncerà quindi ad intervenire sul mercato, come si pensava, avendo due valide alternative come De Light e Rugani. Quest’ultimo, che sembrava già destinato ad una partenza con probabile destinazione Roma, verrà così trattenuto per coprire il vuoto lasciato da Demiral.  In extremis, Sarri potrebbe ad ogni modo abbassare in via emergenziale Emre Can in difesa qualora fosse necessario.