BALOTELLI - BRESCIA: SI VA VERSO LA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

Mario Balotelli ancora una volta protagonista in negativo. E' ormai sulla bocca di tutti la notizia secondo cui  il calciatore avrebbe ripetutamente saltato l'allenamento.
I provvedimenti del club Bresciano non si sono fatti attendere: biasimo pubblico e allontanamento ai margini della rosa. L' attaccante sarebbe in queste ore costretto ad allenarsi sui campi secondari.

Trapela delusione nelle ultime parole del calciatore, espresse attraverso il proprio profilo instagram: “Non sono un fantasma. O mi reintegrate o mi spetta un risarcimento” (di 400 mila euro).

La rottura tra giocatore e club sembra diventata quasi insanabile. Non è tuttavia ancora da escludersi un riavvicinamento tra Cellino e Mario, i quali non si sono ancora confrontati. Il Presidente, nell'ultima intervista pubblicata dal Corriere dello Sport' ha dichiarato di non voler esser costretto ad arrivare alla rescissione, lasciando, di fatto, aperto uno spiraglio alla riconciliazione.

Si attende, dunque, un chiarimento tra Balotelli e Massimo Cellino. Il Presidente afferma di essere sempre disponibile per i suoi calciatori, ma non per riempire i social. Intimità e riservatezza sono le doti necessarie per rispettare i tifosi del Brescia.

I fatti dicono che Balotelli, con 5 gol realizzati in questo campionato in 19 presenze, ha un contratto in scadenza il 30 giugno, che dovrebbe proseguire col prolungamento della stagione fino al 30 agosto. In caso di salvezza, scatterà un rinnovo di due anni; in caso di retrocessione, il calciatore è libero.

L' ipotesi più plausibile è quella della risoluzione anticipata, dato che Balotelli potrebbe essere tentato dalle offerte provenienti dalla Turchia e dal Brasile.